associati

 

0001


Consulta il programma definitivo

Programma.pdf

 


 

HomeHome PageAttenzione alle Malattie Sessualmente Trasmesse

Attenzione alle Malattie Sessualmente Trasmesse

di Aldo Franco De Rose da Repubblica del 16/07/2013

malattie400

In Italia le richieste di visite per Malattie Sessualmente Trasmesse (MST), ogni anno, sono oltre 100 mila ed interessano sempre di più i giovani, a causa della precocità dei loro rapporti sessuali. Un problema di salute pubblica che presenta una alta incidenza nei mesi estivi e che, in attesa di una maggiore educazione sessuale, potrà essere  contrastato solo dall’utilizzo del profilattico. Per molti Infatti, giovani e meno giovani, secondo una recente ricerca dell’ associazione andrologi (ASSAI), queste malattie esistono ma non tutti sanno (38% ) che HIV ed Epatite B-C, si trasmettono anche con i rapporti sessuali, a distanza di mesi. Attenzione però a bruciori e difficoltà alla minzione, vescicole, secrezioni, dolori, arrossamenti  o prurito ai genitali se nei giorni precedenti si è avuto un rapporto sessuale a rischio,  cioè non protetto e con partner occasionale.

E’ possibili che si tratti di una classica malattia sessualmente trasmessa  la cui origine potrà essere batterica, virale, micotica (candida) e protozoaria (trichomonas vaginalis). La più frequente è certamente l ’infezione da Clamydia ; a causarla è  un parassita intracellulare, la Chlamydia trachomatis che, dopo 1- 3 settimane dal  rapporto, provoca cistiti, secrezioni vaginali e prurito nella donna; secrezioni biancastre,  bruciori e irritazione uretrali nell’uomo. In entrambi può essere causa di infertilità e  interessare occhi, articolazioni e polmoni.

Più pericolose le infezione da papilloma virus (HPV): le specie 6 e 11 determinano delle escrescenze di  carne, cioè i condilomi (o creste di gallo), localizzati al pene, uretra, regione perianale e scrotale,  vulva con rischio di tumore agli organi genitali, ma anche dell’orofaringe, mentre i tipi  16 e 18 sono responsabili del tumore al collo dell’utero.

Importante dunque “la tipizzazione” del virus e non soltanto la bruciatura (DTC) della lesione. Intanto sarebbe auspicabile che , anche in tempo di spending review, la vaccinazione, come in America, fosse estesa al maschio in quanto curare è più dispendioso che prevenire.

Tra le infezioni virali quella da Herpes genitale e labiale si manifestano dopo 4-5 giorni dal contagio  con piccole vescicole, che confluiscono a grappolo e tendono a recidivare ogni qualvolta si verifichi un abbassamento delle difese immunitarie.

Frequente risulta anche l’infezione batterica da Neisseria Gonorrea: dopo una incubazione di 2-10  giorni, il batterio provoca secrezioni giallastre, maleodoranti, febbre, difficoltà ad urinare.  Nelle forme croniche si riscontrano stenosi dell’uretra e infertilità. Da non sottovalutare le  infezioni da Mycoplasma Hominis e Genitalis, ureplasma ureoliticum: tutti determinano  uretrite non gonococcica con bruciori a riposo e durante la minzione.

Quasi assente invece il linfogranuloma venereo, almeno in  Europa, mentre la sifilide continua a colpire con casi sporadici anche in Italia ma non mancano i focolai di epidemia, come  nei paesi dell’Est europeo: dopo 2-6 settimane dal contagio si manifesta una ulcerazione  dei genitali (sifiloma primario), successivamente eruzioni pustolose al corpo (sifiloma secondario) e infine la  diffusione del batterio treponema pallidum al cervello (neurolue).Per questo la terapia antibiotica (penicillina) dovrà essere tempestiva.

Loading feeds...

Custom Logo Design

Canale ASS.A.I.

Facebook

Eventi...

Convocazione Riunione Annuale Soci

09-12-2016 Hits:1866

Carissimi Soci invito ufficiale rinvio della riunione annuale dell'assai convocata per il 2016 al fine di integrare gli argomenti da discutere.- in prima convocazione  il giorno 14 gennaio alle ore 21.30- in seconda convocazione...

Dettagli...

4° Congresso Nazionale dell'Associazione Andrologi…

20-10-2016 Hits:2801

Programma.pdf   Roma 11, 12 Novembre 2016   La Coppia e l'universo maschile   L’Associazione Andrologi Italiani (ASSAI), è pronta per il suo  4°congresso “La Coppia e il Benessere dell’uomo”.  La caratteristica principale dell’evento  sarà...

Dettagli...

1° Congresso regionale dell'Associazione Andrologi…

03-05-2016 Hits:4794

Programma.pdf  Palermo 11 giugno 2016   Roma     18 giugno 2016   Genova  02 luglio 2016        Nuove strategie di prevenzione andrologica.  "Consapevole è Assai meglio"             L’Associazione Andrologi...

Dettagli...

Io uomo tu donna

Infertilità maschile, la prevenzione primaria esis…

15-01-2017 Hits:277

Di: Fabrizio Gallo Di fronte al crescente problema dell'infertilità di coppia una parte molto importante del lavoro del medico deve essere rivolta innanzitutto alla prevenzione primaria, cioè all'individuazione ed eliminazione dei...

Dettagli...

L’ offensiva virale e la coppia: HIV e HPV

09-12-2016 Hits:473

Di: Gianfaldoni Roberto, Gianfaldoni Serena. La cute rappresenta la facciata monumentale dell’organismo e non può nascondere le alterazioni che dovessero alterarne la salute. Nel rispetto della regola “Intus et in cute, intus...

Dettagli...

L’infertilità della coppia: aspetti psicogeni

02-12-2016 Hits:421

Di: Zaira Donarelli L’incidenza della condizione di infertilità è aumentata sensibilmente negli ultimi decenni e circa il 56% di coppie infertili si sottopone a trattamenti di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA), svolti...

Dettagli...

Con noi online...

Abbiamo 22 visitatori e nessun utente online

Contatti - Info

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Via Torrevecchia 298, 00168 Roma